Quando il Cyber Risk è generato da chi dovrebbe mitigarlo

Giusto settimana scorsa si parlava di Cyber Security durante la tavola rotonda all’evento Timenet. Io sembro partire prevenuto (a volte lo sono), ma ho delle ragioni che penso siano valide: una mi si è (ri)presentata prima di arrivare a Firenze.

Impressioni dopo l'evento Vision 2019 di Timenet: il panorama Cyber Security sta cambiando.

Il 2019 sembra essere un anno di cambiamenti importanti nella mia percezione del settore della sicurezza informatica. Oppure, e lo dico con una grande soddisfazione, nel corso degli anni sono riuscito assieme a Rivoluzione Digitale ad avviare collaborazioni con dei Partner tecnologici che, invece di dire di voler fare la differenza, semplicemente la stanno facendo.

Il vero pericolo per la sicurezza digitale? Probabilmente risiede nella parola stessa

Eccolo qua. Lui, quell’infame. Il vero pericolo per la sicurezza per le persone nell’era digitale. È lui che ogni giorno illude miliardi di persone di essere al sicuro mentre comunicano.

Non abbiamo più il diritto di scegliere quello che vogliamo sapere

Nel periodo dei giganti “social media” che vivono e prosperano di contenuti generati dagli utenti, questi ultimi non hanno più il diritto di avere ciò che desiderano in cambio.

Riforma Copyright e Articolo ex. 11: ovvero la link tax

Copyright e articolo 11, ovvero la richiesta degli editori affinchè (parafrasando) "chiunque pubblichi snippet di articoli, ovvero piccole porzioni di contenuto prelevato da siti informativi (giornali, ecc) deve richiedere la licenza. Altrimenti, non può pubblicarne il contenuto, pena violazione del copyright dell'editore".

Trusted Wireless Environment: ovvero i miti sulla sicurezza del WiFi

Ispirato da una conversazione avuta con Ryan Orsi di Watchguard la scorsa settimana sul tema “Sicurezza e WiFi”, questo post è il primo di una serie in merito a temi legati alla sicurezza di tecnologie che oggi sono diventate pure commodity.

Bike Sharing a Milano. Un esempio di ci... ah no.

Oggi parto bene con la settimana, concedendomi uno spazio “civico” una volta tanto.

Sarahah: l'anonimato non è poi così anonimo

Ieri è "finalmente" arrivato un articolo che aspettavo da qualche settimana riguardante Sarahah

Ho comprato APT Blocker ma ho comunque preso Crypt0l0cker! Perché?

Mi è capitata a dicembre questa domanda di un'azienda precedentemente soddisfatta delle soluzioni Watchguard ma che si è trovato davanti ad una situazione sicuramente… scomoda.

I mercanti di schiavi dell'era digitale

Sono un po’ di anni che il mio cervello ravana su questo argomento, per uno o più motivi non ne avevo mai scritto.

About Me

Sebastian En3pY Zdrojewski

Lavoro professionalmente nel settore IT dalla metà degli anni '90. Ho avuto occasione di sviluppare competenze orizzonatli che mi hanno consentito di approcciare pressochè qualsiasi progetto IT. Dal 2005 il mio ruolo è stato principalmente quello di CTO in diverse realtà, da piccoli ISP a System Integrator. La mia area di interesse comprende principalmente la Sicurezza di Architetture di Sistemi, Reti e Informazioni.

Dal 2017 ho iniziato a lavorare su una nuova piattaforma per la protezione della Proprietà Intellettuale e Copyright, per la gestione e tutela di asset digitali, fondando una società che prende il nome di Rights Chain. La Missione della Società è quella di creare una piattaforma efficace per la gestione e protezione della proprietà intellettuale e delle informazioni digitali, nonchè di affrontare tematiche di carattere etico quali Reputazione e Privacy.

Follow Me